HOME / Cronaca / No guardie mediche? File ai pronto soccorso anche di notte!

No guardie mediche? File ai pronto soccorso anche di notte!

loading...

«La cancellazione delle guardie mediche notturne porterà nei pronto soccorso i pazienti con i dolori addominali da banale indigestione, quelli che hanno bisogno di una ricetta per farmaco di emergenza fino ai bronchiti cronici con una crisi risolvibile anche a casa. E sarà il caos».

Filippo Giannobile è una delle 16.500 guardie mediche. Quelle che vengono chiamate, di giorno come di notte, per consulenze telefoniche e, nei casi gravi, per visite a domicilio. Lavora nella provincia di Palermo. In una zona in cui, da ogni comune, tocca fare almeno trenta chilometri per arrivare all’ospedale. La presenza notturna, oggi, fa da filtro evitando l’afflusso continuo al pronto soccorso. Sia per gli adulti che per i bambini.

GLI AMBULATORI
Giannobile è uno di quei camici bianchi che dopodomani, mercoledì, protesterà a Roma, davanti Montecitorio, contro la decisione di abolire questo servizio notturno (tre milioni le chiamate l’anno alla guardia medica) allungando, fino a mezzanotte, l’apertura degli studi dei medici di famiglia. La nuova organizzazione è inserita nel rinnovo della convezione tra il servizio sanitario e i dottori di base. Con il sì del governo e delle Regioni.

L’ASSISTENZA
«Gli studi chiuderanno a mezzanotte e, da allora, alle otto del mattino che cosa accadrà? Noi, pur tra mille difficoltà – aggiunge Giannobile – con la nostra assistenza alleggeriamo l’ospedale. Evitando, come accade da me, che l’unica ambulanza della zona vada a soccorrere chi ha un mal di stomaco da abbuffata mentre un altro paziente chiama per un dolore al petto che potrebbe essere un infarto. Per non parlare dei bambini. I genitori, senza un’assistenza intermedia, li porteranno tutti in ospedale».

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

Altro Redazione

Loading...

Guarda Anche

”Mamma ti aiuto io”. L’incidente domestico uccide la piccola in modo assurdo

”Mamma ti aiuto io”. L’incidente domestico uccide la piccola in modo assurdo Bambina di 4 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *