mercoledì 22 febbraio, 2017
HOME / Cronaca / ANZIANA 81ENNE A PROCESSO PERCHÉ TERRORIZZAVA I ROMENI’

ANZIANA 81ENNE A PROCESSO PERCHÉ TERRORIZZAVA I ROMENI’

loading...

Va a processo a 81 anni per “molestie, minacce, atti persecutori, stalking e lesioni personali”. Abita a Montalenghe la signora Gina G., classe 1935, e secondo l’accusa avrebbe ‘gettato nella depressione e nel panico una famiglia di romeni che abitava al piano di sotto dello stesso stabile’.

Tanto che la famigliola, composta da padre, madre e figlia, è stata costretta a tornare in Romania. Che nell’Italia di Renzi è anatema, risorse perdute per Carita$ e Coop.

La parte ‘lesa’, in aula, ha raccontato che dopo l’arrivo della donna in quella villetta quadrifamigliare le cose hanno preso una piega strada. La notte si sono sentivano rumori di mobili trascinati sul pavimento, passi pesanti, oggetti lasciati cadere a terra, tapparelle chiuse con violenza. Tutto nel tentativo, dicono loro, di non farli dormire. Ma secondo i romeni, l’81 enne si scatenava il giorno lanciando secchiate d’acqua bollente o fredda dalla finestra. Senza contare, poi – ecco il solito jolly – gli ‘insulti razzisti’ e le minacce.

Questo avrebbe ‘depresso’ i romeni. Tra gli episodi più pericolosi il lancio di un petardo, dall’81enne! Petardo che, sempre secondo i romeni, avrebbe anche quasi colpito il capo famiglia, costringendolo a una corsa al pronto soccorso di Cuorgnè e poi di Ivrea.

Prossima udienza il 23 giugno quando sarà ascoltata la pensionata. Forse la porteranno all’udienza così, vista la pericolosità:

Schermata 2016-03-22 alle 17.05.10

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

Altro Redazione

Loading...

Guarda Anche

Giulia, 7 anni, muore in modo terribile e assurdo davanti a papà e fratello

Giulia, 7 anni, muore in modo terribile e assurdo davanti a papà e fratello Una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *