HOME / Cronaca / Ancora pochi giorni per togliere le gomme invernali: si rischiano multe salatissime

Ancora pochi giorni per togliere le gomme invernali: si rischiano multe salatissime

loading...

Se sulla vostra auto avete messo le gomme invernali sappiate che avete ancora pochi giorni per cambiarle e tornare a quelle estive. Le sanzioni in caso ritardaste sono severissime. Dal 15 aprile al 15 maggio dovrete effettuare il cambio. Come riporta la circolare ministeriale 1049, gli pneumatici vietati sono quelli con la dicitura M+S riportata sul fianco, dove c’è anche un codice che identifica un indice di velocità. Se è inferiore a quello riportato sulla carta di circolazione vanno sostituite. Come dicevamo le multe per chi venisse sorpreso dopo il 15 maggio con gomme invernali non sono per niente uno scherzo. Infatti si rischia una multa da 419 a 1.682 euro oltre al ritiro del libretto di circolazione. In più, in caso di incidente stradale, l’assicurazione è autorizzata a non pagare i danni.

Non si tratta soltanto di una pignoleria legislativa, ma ci sono validissimi motivi tecnici. Infatti, come molti già sapranno, le gomme stagionali consentono di ottimizzare la sicurezza stradale perché garantiscono la massima aderenza rispetto al clima. Proprio per questo vengono realizzate con materiali diversi. La mescola delle gomme invernali è molto più morbida perché il freddo tende a irrigidire le gomme, mentre gli pneumatici estivi sono invece realizzati con una mescola più dura per evitare che si rovinino a contatto con il manto bollente. Ovvio che utilizzandoli nei periodi sbagliati si rischia molto di più di una semplice multa. 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui)(Qui)(Qui)

Fonte clicca QUI

 

Altro Redazione

Guarda Anche

Isola dei Famosi 2017 Ed. 12: le ultime news ed anticipazioni

Isola dei Famosi 2017 Ed. 12: le ultime news ed anticipazioni Ultime news e anticipazioni: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *